Filippo Papa


Filippo Papa nasce a Leonforte (EN) il 24/10/1986 fin da piccolo ha avuto uno spiccato senso artistico, dimostrando ecletticità e versatilità, toccando vari ambiti dell’arte visiva e non solo. Dalla fotografia, al graphic design, alla produzione e promozione di eventi culturali, alla videoarte e installazioni artistiche, fino ad esperienze come attore teatrale e cinematografico, e nel campo della moda. Importante da segnalare la sua evoluzione artistica in campo fotografico, dove spicca la sua forza espressiva legata ai forti contrasti sia cromatici che di sfumature dell’anima, legate alla società contemporanea. Può vantare diverse mostre collettive, bipersonali e soprattutto personali, a partire da Treanime, titolo della sua prima personale svoltasi nel 2012 a Catania, nella prestigiosa cornice del Palazzo Platamone, divenuta poi una mostra itinerante che ha toccato diversi luoghi siciliani quali Agira (EN), Barrafranca (EN) e Palermo ricevendo numerosi articoli e recensioni. Consegue nel 2013 il Diploma di primo livello in Graphic design, presso l’Accademia di Belle Arti di Catania dove continua i suoi studi frequentando il biennio di grafica editoriale, in cui ha svolto dal 2013 il ruolo di assistente della materia Metodologia progettuale della comunicazione visiva. Nel 2014 presenta la mostra personale “Fotogramma”, presso il Castello di Spadafora (ME), in cui la sua ricerca artistica si spinge verso la videoarte e la videoinstallazione. Ha ottenuto numerosi premi, riconoscimenti e pubblicazioni, fra cui nel 2012 una delle sue foto è stata selezionata fra le migliori a livello mondiale nel portale del sito di Vogue. Inoltre nel 2014, la pubblicazione del progetto fotografico “Catania in bianco e nero”, da parte del programma Tgr Mediterraneo, su Rai 3.

Nel 2015 presenta la mostra antologica “Fotogramma” presso il Palazzo Trao Ventimiglia di Vizzini con il patrocinio del progetto I-Art, I-World, Po fesr, dell’Unione Europea e dalla Regione Sicilia all’interno della programmazione della “Notte Europea dei Musei”. Lavora per I-Art come reporter e fotografo. Sempre lo stesso anno inaugura la mostra personale con opere inedite di fotografia e video dal titolo “Archai”, con il Patrocinio del Comune di Catania, presso il Palazzo della Cultura (Cortile Platamone). Entra a far parte della Galleria d’arte “KōArt: unconventional place”.

Negli ultimi anni ha partecipato a svariati workshop e stage specialistici, in seno a manifestazioni quali il Med Photo Fest di Catania ed altri organizzati dall’Accademia di Belle Arti, in collaborazione con l’Università di Catania. Attualmente vive e lavora come artista visivo, fotografo e grafico freelance, tra Agira (EN) e Catania.