NinaForthedogs


Nina for the dogs nasce a giugno 2015 da un’idea di Angela A. Resina. Il progetto fonde la passione per l’arte, il design, la moda e l’amore per gli animali in un’unica creazione d’autore. Tutto inizia, come una folgorazione, da un canile siciliano dove Angela adotta una piccola cagnolina, Nina appunto, un amore a prima vista che cambierà il suo futuro. Nina diventa la sua musa ispiratrice, Angela cambia rotta alla sua vita: abbandona la sua carriera da ingegnere nel settore energetico e disegna il primo modello di Nina, avvalendosi della tecnologia delle stampanti 3d. Inizia una ricerca delle professionalità che possano tramutare l’idea e il modello in un’opera e come, nelle migliori storie di successo, trova un gruppo di maestri artigiani italiani che, dopo confronti, prove e test sui materiali, ne realizzano i primi esemplari in miscele di resine e polveri di marmo, in colore bianco.
Dopo un’attenta sperimentazione arriva al risultato finale: un oggetto solido, compatto, importante, realizzato usando le più moderne tecniche di lavorazione e utilizzando innovativi prodotti i cui componenti rispettano l’ambiente, miscelando materie pregiate che costituiscono la sua linea filante e ne configurano la sua preziosa forma. Una ricerca continua che porta oggi Nina a essere un prodotto di alta qualità artistico-artigianale, completamente Made in Italy, con finiture e dettagli che la rendono unica.
Lo splendore di Nina percorre tutta l’Italia, da Nord a Sud, da Milano a Taormina passando per Venezia. E così persone dello spettacolo, dello sport e della cultura, italiane e straniere, ne ammirano a tal punto il design da farla espatriare. La sua prima apparizione è a Taormina appunto, alla fine del mese di giugno del 2015, dove viene presentata ad un pubblico ristretto. Il successo è immediato: Susan Sarandon e Anna Valle ne prendono una da esporre nelle loro case. E così, in un crescendo di iniziative e di consensi, viene esposta in occasione di varie mostre di arte e cultura in giro per la sua amata Sicilia, per arrivare a luglio a Capri. Qui viene presentata la versione trasparente che riflette i faraglioni. Il viaggio di Nina riprende immediatamente in direzione Venezia, Roma e Milano.
Proprio nella capitale della moda e del design, viene esposta nel corso della Vogue Fashion Night Out ed è subito successo di critica e di consenso: vengono mostrate in anteprima nazionale le versioni in oro, bronzo e argento. Anche il famoso critico Vittorio Sgarbi ne sceglie una per la sua dimora meneghina: la versione oro.

Sempre a Milano, il MAD (Milano Art Design) al Nhow, celebre fashion & design hotel, dopo il vernissage del 12 novembre scorso, ospiterà fino alla fine di marzo 2016, alcuni esemplari di Nina, in una vetrina internazionale di grande risalto. Proprio qui, insieme ad artisti e designer di grande prestigio, è visibile al pubblico la collezione d’arte, collocata magistralmente nell’area archeologica dell’hotel posta sotto un pavimento di cristallo. Per le Nina di serie sono presenti, invece, esemplari in colore rosso, nero e, per la prima volta, in arancione. Angela A. Resina è già stata individuata come destinataria del prestigioso Premio Eugenio Montale – Fuori di Casa, che si svolgerà a Sarzana nella primavera del 2016, con anteprima su Milano, che in nella sua prossima edizione ricorderà la passione del celebre scrittore per gli animali, nonché le opere che li rappresentano.

Oggi molti artisti di arte contemporanea interpretano a loro modo Nina, con esclusive tecniche di colore la trasformano in pezzi unici e irripetibili, che costituiscono la base di una nuova forma di collezionismo. Sono tutti pezzi a tiratura unica e numerati, la collezione 2015 è già conclusa e si attende la prossima stagione con importanti novità. Ma l’idea che Angela ha sviluppato non si ferma qui, non ha certamente trascurato l’aspetto sociale ed è per questo che una parte del ricavato della vendita viene devoluto a strutture di accoglienza per cani abbandonati, nello spirito che ha contraddistinto da subito questo progetto. Questa finalità sociale è particolarmente spiccata nell’autore che vuole destinare fondi sia al sostegno di iniziative volte al recupero di animali abbandonati, che alla realizzazione di opere umanitarie. A tal fine sta stringendo forti relazioni con organizzazioni non governative che operano nel mondo, ovunque ci sia una necessità o una emergenza a sostegno del disagio sociale. La collaborazione prevede diverse attività di charity in tutta Italia, con una serie di esemplari dedicati per l’occasione. Nina è quindi un’idea destinata a vedere successi internazionali per la sua sensibilità nei confronti degli animali, l’attenzione al design e all’arte, con una produzione tutta italiana che la rende un’iniziativa unica nel suo genere.

Presto altre creazioni affiancheranno l’idea originale, Angela A. Resina non finirà di stupire e la sua intraprendenza, passione ed entusiasmo contageranno di certo altre persone curiose e vivaci come lei.